Articoli

Comunicati Stampa / 28.12.2009

 
Nota dell’on. Gero Grassi
Vicepresidente della Commissione Affari Sociali della Camera
  
Il caso della bambina morta a Gela durante le festività natalizie, in attesa di un elicottero che la trasportasse in un Ospedale specializzato, riapre la discussione sulla rigidità di competenze, regolamenti, protocolli, procedure da seguire. A dimostrazione che burocrazia e calcolo matematico non possono essere alla base della Sanità italiana.
Ognuno di noi nasce col suo destino, ma un intervento tempestivo da parte delle autorità sanitarie competenti, a volte può servire a deviare la via del male.
Fare il medico o l’operatore sanitario non può essere semplicemente un mestiere, deve essere soprattutto una missione che affonda le sue radici nel giuramento di Ippocrate.
 
Comunicati Stampa / 27.12.2009

 
Ad affermarlo in una nota è il parlamentare PD pugliese on. Gero Grassi
 
 
Io voglio vincere le regionali del 2010. Inizio a pensare che qualcuno voglia perderle...per fare regali da inciucio. Qualche altro prova a dimostrare che è un duro. Oppure registriamo un livello di incoscienza spaventosa ed una totale assenza di rispetto verso le Istituzioni ed i cittadini.
Ed allora come facciamo ad individuare il candidato Presidente della Regione Puglia? Basta a farsi male, basta con i protagonismi e gli arroccamenti, basta con il narcisismo. Ognuno di noi ha doveri istituzionali. Facciamo le primarie tra Vendola ed Emiliano. Diamo a Nichy la possibilità di spiegare le sue ragioni programmatiche e quanto realizzato ed evitiamo per Michele il cambio della legge elettorale.
D'Alema dice che così non si allarga la coalizione? Andiamo a vedere anche il livello di responsabilità di quei partiti che dicono bianco e fanno nero.
 
 
Comunicati Stampa / 24.12.2009

 
Ad affermarlo in una nota è il parlamentare di Puglia On. Gero Grassi
 
In politica quando si registra una incomunicabilità all’interno del centrosinistra e quando alcuni protagonisti si parlano attraverso le interviste dei giornali, significa che più di qualcosa non funziona.
Massimo D’Alema, Nichi Vendola e Michele Emiliano hanno il dovere di confrontarsi serenamente negli interessi dei cittadini di Puglia, al fine di evitare l’implosione del centrosinistra.
Non si tratta di mettere in campo arroganza e presunzione, ma umiltà, buon senso e rispetto delle Istituzioni.
I grandi leader se sono tali prendono l’iniziativa.