Articoli

Comunicati Stampa / 23.01.2010

 
Nota dell’on. Gero Grassi – Parlamentare PD pugliese
  
Il giorno fatidico è arrivato. Il popolo pugliese del centrosinistra come 5 anni è il  protagonista di una domenica straordinaria.
Le Primarie sono un’espressione dei tempi che i cittadini hanno apprezzato sin dal loro esordio. Sono una festa di democrazia, l’occasione per ritrovarsi in piazza, intorno ad un Gazebo, per un momento di socializzazione ricco di spunti di riflessione.
Le Primarie sono la partecipazione democratica che fa sentire tutti utili alla causa, l’opportunità di incidere con la propria decisione. Sono una modalità straordinaria per portare la politica tra la gente. Il travaglio è stato lungo e faticoso. Ora finalmente ci siamo.....
Comunicati Stampa / 23.01.2010

Nota dell’on. Gero Grassi - Parlamentare PD pugliese
 
Non è pensabile che qualcuno immagini di rafforzare la sua posizione politica addebitando agli altri eventuali risultati negativi.
Il Senatore Nicola Latorre non può continuare a dare una connotazione negativa alle diverse posizioni assunte all’interno del Partito Democratico pugliese.
Da sempre le diversità sono un arricchimento, se “sfruttate” per l’apporto di idee ed il contributo di cui sono portatrici.
Nel PD pugliese invece, accade esattamente il contrario. La minoranza di Area Democratica è bistrattata, non considerando che rappresenta comunque una larga fetta di cittadini, che si identificano nei valori del PD.
Il PD pugliese ha certamente commesso l’errore di non coinvolgere tutti nella scelta del candidato per la presidenza della Regione Puglia.....
Comunicati Stampa / 22.01.2010

 
Nota dell’on. Gero Grassi - Parlamentare PD pugliese
  
Quando è in atto una disputa, si può decidere di prendervi parte o non condividendone le motivazioni alla base, ci si può astenere.
In un articolo del “Corriere della Sera” è stato scritto che avrei partecipato ad iniziative pubbliche accanto al candidato di Sinistra e Libertà Nichi Vendola, perché amico d’infanzia. Non è assolutamente vero e non si deve fare confusione tra l’azione politica e l’amicizia, che può legare due persone.
Io non partecipo alle iniziative pro-primarie né di Boccia, né di Vendola, perché non ho condiviso la metodologia che il PD pugliese ha inteso attuare nell’ultimo periodo.
Si è giunti alla decisione delle Primarie con grandissimo ritardo, provocando un logorio interno che poteva essere evitato. Anche il percorso effettuato per la scelta del candidato, che non ha coinvolto l’intero partito, ha contribuito a creare il clima teso di questi giorni. La scelta effettuata da pochi, è stata imposta a tutti.
Percorsi rigidi e scarsamente democratici, possono poi generare conseguenze di consenso e partecipazione. In quel caso chi ha deciso in solitudine, non può che assumersene la responsabilità.
 
 
Comunicati Stampa / 22.01.2010

 


Nota dell’on. Gero Grassi – Parlamentare PD pugliese
 
A due giorni dal 24 gennaio si susseguono i tentativi di condizionare le Primarie. E’ opportuno ribadire all’UDC che il PD è autonomo, che i cittadini sono intelligenti e non hanno bisogno di indicazioni.
Noi abbiamo un’idea politica chiara, siamo per il bipolarismo senza inciuci.
Casini dica piuttosto se sta con il centrodestra o il centrosinistra e lasci liberi i cittadini pugliesi.
Comunicati Stampa / 22.01.2010

Nota dell’on. Gero Grassi – Parlamentare PD pugliese
 
Il popolo delle Primarie e i partiti del centrosinistra hanno deciso di riconfermare la fiducia al Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola. Hanno valutato positivamente il risultato conseguito in questi 5 anni dalla Giunta di centrosinistra ed hanno ritenuto di non disperdere l’esperienza maturata. E’ questa la chiave di lettura: non la vittoria di un candidato sull’altro, ma la vittoria di un progetto valido che continua a raccogliere il consenso di militanti e gente comune.
La Puglia non si è lasciata condizionare dalla razionalità di alcuni strateghi, ha deciso con il  cuore.
Il centrosinistra pugliese ha ora da compiere un ultimo sforzo, ritrovare la coesione al suo interno con la dovuta serenità. Il Presidente Vendola invece, ha il dovere di spendere tutte le energie necessarie, per rendere forte e larga la coalizione e recuperare il consenso e l’amicizia di chi la pensava diversamente. Deve condividere la sua vittoria con il PD che certamente come partito, ha contribuito in larga misura alla sua ricandidatura.  Sono questi  i presupposti essenziali per affrontare una campagna elettorale che si propaghi all’unisono.
Con l’affluenza registrata alle Primarie il centrosinistra pugliese ha già dimostrato parte della sua forza. Ora non resta che lavorare fianco a fianco, motivati più che mai, per vincere la sfida delle regionali.