Articoli

Comunicati Stampa / 28.05.2010

Nota dell’on. Gero Grassi – Parlamentare del Partito Democratico
 
Nel PD non esiste una questione cattolica.
I cattolici all’interno del Partito Democratico ci sono e sanno avanzare le loro proposte attraverso la mediazione, non l’imposizione.
I cattolici da sempre sono laici in politica ed antepongono le ragioni della persona a quelle dello Stato.
Nel PD i cattolici sono presenti ovunque, ma attenzione, un PD che vuole attrarre i cattolici deve interloquire con le diverse componenti sociali dove i cattolici sono presenti. Penso per esempio alla CISL, Coldiretti, al mondo dell’Artigianato.....
Comunicati Stampa / 28.05.2010

Nota dell’on. Gero Grassi- Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Si stima che sono circa 40 mila i pazienti che vengono trasportati d'urgenza da una struttura privata al pronto soccorso di un ospedale pubblico, con un'incidenza maggiore nelle regioni dove la percentuale di posti letto del privato accreditato è più alta: Sicilia, Calabria, Campania, Lazio.
A divulgare questi dati è Fernando Schiraldi, presidente nazionale Simeu, la  Società Italiana di Medicina per l’Emergenza e l’Urgenza.
Il problema – spiega Schiraldi - è rilevante se si tiene conto del fatto che, di quelli che vengono portati in emergenza dalle cliniche agli ospedali pubblici, il 95% viene ricoverato.
Ciò dimostra la insostituibilità della Sanità Pubblica e l’alta professionalità della stessa.
L’Italia, nonostante le liste d’attesa ed i servizi certamente da migliorare, è all’avanguardia per quel che riguarda il Sistema Sanitario Nazionale.....
Comunicati Stampa / 28.05.2010

Nota dell’on. Gero Grassi – Parlamentare pugliese PD
 
Il Sindacato italiano nella sua storia è sindacato libero. Appare strano che il Presidente della Regione Puglia voglia modellare a sua immagine il sindacato. Nel momento in cui il massimo vertice regionale sferra un attacco durissimo al sindacato che si muove diversamente dal suo pensiero, a me sorge il dubbio che la dichiarazione di Vendola sia non vera oppure io non abbia ben capito.
In merito alla Manovra del Governo io esprimo giudizio peggiore di Vendola ma questo non mi porta a dire che la CGIL deve uniformarsi al mio pensiero. Io rispetto la storia e la tradizione della CISL e della UIL.
Comunicati Stampa / 27.05.2010

Nota dell’on. Gero Grassi - Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
 
I giornalisti non sono “riserve” da tenere in panchina e da includere nel gioco al momento del bisogno. Lo affermo da politico, abituato ad informarmi ed informare attraverso i media. Lo ribadisco da giornalista pubblicista, impegnato nel mio piccolo, a far crescere il mondo della comunicazione in Italia.
Non condivido la decisione di tenere fuori dalla Sala Consiliare i giornalisti, in occasione dell’attesissima prima seduta del Consiglio Regionale.
Giustamente hanno protestato Assostampa Puglia  e Ordine dei Giornalisti. Essere relegati in una saletta TV, con proiezione della seduta Consiliare, non produce la stessa emozione e lo stesso impatto della partecipazione dal vivo.....

Comunicati Stampa / 26.05.2010

 
All’Hotel Hilton per discutere di PD Puglia e Italia del futuro
Area Democratica ha l’ambizione di crescere per far crescere il PD. Ha l’obiettivo di divenire l’anima critica del più grande partito di Centrosinistra, certa che ogni debolezza può trasformarsi in punto di forza, se il confronto è leale e costruttivo. 
Venerdì 28 maggio dalle ore 18,00 alle ore 20,00 Area Democratica si incontrerà all’Hotel Hilton di Lecce per discutere sul tema: "Area Democratica PD per la Puglia e l'Italia del futuro e della speranza"
Interverranno: l’on. Gero Grassi, l’on. Beppe Fioroni, Cosimo Durante, Sergio Martina..... 
Comunicati Stampa / 26.05.2010

Non è chiudendo l’uscio di casa che si conserva la propria ricchezza.
 
Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
  
Il segretario del PD Pierluigi Bersani, bene fa a sollevare la discussione sui rapporti commerciali con la Cina.
Qualcuno immagina che tenendo le porte chiuse, le sue roccaforti resteranno al sicuro. Accade invece, esattamente il contrario. La chiusura del Governo di Centrodestra nei confronti della politica commerciale, ha consentito alla Cina una sua immissione nel mercato italiano, svincolata da  programmazione, a discapito dello stesso mercato italiano, che si trova a dover competere con merci e manufatti che non rispondono pienamente alle direttive nazionali.
La Cina resta un paese che ha tanta strada da fare per attuare la piena democrazia e la tutela dei diritti umani, ma gli va riconosciuto che è stata capace di rimboccarsi le maniche, conquistando spazi e visibilità sempre maggiori nel mondo.