Articoli

Comunicati Stampa / 21.06.2010

Nota dell’on. Gero Grassi: Vicepresidente Commissione Affari Sciali Camera dei Deputati
Entro la metà di luglio dovrà esser pronto il Piano sanitario pugliese, finalizzato ad un risparmio annuo di 100 milioni di euro, per i prossimi tre anni. 
Non vi è alternativa. Rinviare i problemi, come spesso accade, serve solo a peggiorarli.
Può apparire una considerazione dura e spietata, ma così non è. Volendo usare un parallelismo medico, il chirurgo se vede un arto in cancrena, preferisce amputarlo e salvare la vita al paziente.Bene, la sanità pugliese è il paziente e la classe politica che oggi la amministra è il medico, che ha la responsabilità di trovare la cura più idonea. La ricetta prescritta prevede un taglio di circa mille posti letto, quanto ai tiket sono allo studio possibili variazioni, se solo si renderà necessario. Non esistono cure indolore e non esistono terapie prive di costi. Esiste certamente la possibilità di intervenire per tempo ed evitare che la malattia peggiori, richiedendo terapie più dolorose.
 
Comunicati Stampa / 21.06.2010

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Quando ci sono sacrifici da fare un buon padre di famiglia tutela i figli più deboli.
Mettere i conti a posto è una necessità, ma questo non può coincidere con tagli pesanti da infliggere sui servizi di sostegno alle persone con disabilità.
Il Governo di Centrodestra ha il dovere di dare una risposta chiara ai malati di SLA, che chiedono la definizione dei Livelli Essenziali di Assistenza e l'aggiornamento del nomenclatore tariffario delle protesi e degli ausili. Ha altresì la responsabilità di escludere dai tagli che riguardano la sanità, tutte quelle persone che vivono  situazioni di profondo disagio, causato da disabilità.
La persona deve essere sempre al centro dell’azione politica. Non si può fare aritmetica a tavolino, prescindendo dalle necessità dei cittadini più bisognosi.
Gli sprechi vanno evitati, ma il conto non può essere pagato da chi già paga, penalizzato da una condizione di oggettiva debolezza.
Comunicati Stampa / 20.06.2010

Nota dell’on. Gero Grassi Parlamentare PD
 
La Manifestazione del Pd, tenutasi ieri a Roma, i cui contenuti contro le scelte che il Governo Berlusconi ha operato sulla Manovra economica da tempo avevamo proposto, è certamente da condividere nel merito.
Noi di Area Democratica poniamo altri interrogativi: perché mancavano gli artigiani, i piccoli commercianti ed i piccoli imprenditori, i coldiretti, i professionisti del ceto medio, i rappresentanti del mondo sindacale riconducibili alla CISL e alla UIL?
Evidentemente se mancano, la colpa non è loro. Non si sentono coinvolti o rappresentati.
Per certi versi, nella forma, la manifestazione di ieri è sembrata quella di un partito intenzionato a gestire l’opposizione ed una parte dell’Italia....
Comunicati Stampa / 18.06.2010

Nota del’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Il 21 giugno ricorre la Giornata mondiale per la lotta alla SLA.
In tale data i malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica si sono dati appuntamento in Piazza Montecitorio, per chiedere al Governo di tutelare i propri diritti garantendo l’approvazione dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), fondamentali a consentire cure adeguate.
Chi è colpito da SLA ha purtroppo un destino segnato dal dolore a dalla quasi certezza di non guarire....
Comunicati Stampa / 17.06.2010

Nota dell’on. Gero Grassi – Parlamentare del Partito Democratico 
Confesso di essere da anni un attento lettore di Bruno Vespa. Racconta una parte della Storia d’Italia e lo fa con maestria. Si può condividere o meno, i suoi libri sono indubbiamente uno spaccato delle vicende sociali, politiche ed economiche della nostra Italia raccontati con stile giornalistico asciutto e semplificato.
Sto leggendo l’ultimo libro: “Nel segno del Cavaliere. Silvio Berlusconi, una storia italiana”.
Ho letto la premessa dal titolo “Perché ancora lui”, nella quale Vespa, partendo dal G7 di Napoli del 1994 ed arrivando a L’Aquila 2009, dopo essere passato da Genova 2001, sostiene giustamente che, a fronte di tanti Capi di Stato esteri alternatisi, Berlusconi è ancora presente dopo sedici anni dall’esordio....
Comunicati Stampa / 16.06.2010

Nota dell’on. Gero Grassi – Parlamentare del Partito Democratico 
Nel dibattito politico, di tanto in tanto, ritorna il tema della incompatibilità tra incarichi istituzionali diversi.
Ci sono Parlamentari che svolgono anche la funzione di Sindaci, Presidenti di Provincia ed altro ancora. Poi ci sono quelli che devono optare tra Parlamentare e Presidente o Assessore regionale. La scelta si protrae nel tempo, creando comunque anomalie istituzionali.
Basterebbe poco per risolvere il problema e la politica darebbe di sè una immagine diversa e positiva.
La nostra proposta consiste in una proposta di legge formata da un articolo unico: "Ogni cittadino eletto nelle Istituzioni può ricoprire solo un incarico. Al momento della elezione, automaticamente, l'interessato decade dall'incarico che aveva in precedenza".
Così ci sarebbe certezza del diritto e certa politica, invece di occupare spazi, si preoccuperebbe di dare un senso alla propria missione....