Articoli

Comunicati Stampa / 21.11.2010

Nota dell’On. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Manca meno di un mese alla conclusione della partita che sta giocando a tutto campo Gianfranco Fini con il suo nuovo gruppo Futuro e Libertà.
Le poche settimane che ci dividono dal 14 dicembre, dovrebbero rappresentare i giorni del “ritiro” per la sua squadra ed invece si è aperto il calcio mercato che mira a sfiancare e sparigliare. C’era da aspettarselo.
A questo punto il Capitano della squadra deve prendere una decisione e risvegliare l’orgoglio e la determinazione nei suoi uomini. Se prevarrà la linea dell’indecisione, potrebbe verificarsi un fuggi, fuggi generale.....
Comunicati Stampa / 19.11.2010

Comunicato stampa Deputati pugliesi su impugnazione delle leggi sul piano di rientro della Regione Puglia

Siamo alle comiche, per fortuna, finali di questo governo. Oggi il consiglio dei ministri ha deciso  su proposta del Ministro per le Regioni on.le Fitto di impugnare le leggi regionali n.11 e n.12/2010 della Regione Puglia che erano state emanate al fine di ottemperare alla richiesta di piano di rientro per la violazione del patto di stabilita' formulato dallo stesso governo.
Questo ulteriore comportamento del Ministro, dimostra che anziché' svolgere il suo ruolo istituzionale in un'ottica di collaborazione tra governo e Regione, continua ad ispirarsi ad una sua battaglia rancorosa e personale..........
Comunicati Stampa / 19.11.2010

L’onorevole Gero Grassi ha presentato quest’oggi alla Camera dei Deputati, un ordine del giorno in materia di sanità teso a sottolineare le difficoltà a cui potrebbero andare incontro i cittadini, se il Governo non accompagnerà ai tagli previsti, politiche volte a porre al centro del sistema sanitario la medicina territoriale e l’attenzione per il paziente.  
La legge di Stabilità presentata dal Governo contiene misure, la cui sostenibilità da parte delle Amministrazioni pubbliche, con i tagli previsti, potrebbe tradursi in slittamenti nel tempo di pagamenti, nella formazione di debiti, nella riduzione della funzionalità della pubblica Amministrazione e dei servizi ai cittadini.
Si tratta, di misure che avranno effetti recessivi e porteranno ad una riduzione del tasso di crescita del PIL pari a 0,5 punti percentuali nel periodo di riferimento 2010-2012.....