Articoli

Comunicati Stampa / 21.03.2012


di Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Leggo sui giornali un inutile, dannoso e puerile inseguirsi di nomi e cognomi, tutti possibili candidati alla Presidenza della Regione Puglia.
Voglio svolgere alcune brevi considerazioni.
Anzitutto...mi sembra che l'attuale Presidente Nichy Vendola goda di ottima salute fisica e politica.
Fino a qualche giorno fa tutti davano per scontato che il suo successore fosse Michele Emiliano e molti lo subivano senza avere il coraggio di sottolineare la necessità di una politica fatta ...anche da programmi. Oggi...con cozze pelose e vongole sembra essere tutto cambiato.
E' un atteggiamento che non mi piace. Manca di rispetto alle persone. Sottintende giudizi e condanne preventive.
La politica non si fa così. La politica deve avere un'anima. Sempre. Altrimenti è solo operazione ragionieristica...
I
 
Comunicati Stampa / 21.03.2012


di Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
La vicenda stabilizzazioni in sanità nella Regione Puglia sta creando differenze sostanziali tra le professionalità a seconda della ASL di appartenenza. Questo già di per se è un errore. Non è giusto che medici specializzati con medesimi requisiti e medesime competenze, vengano trattati differentemente a seconda della Asl in cui operano.
La sanità regionale deve offrire le stesse opportunità a cittadini ed operatori, a Bari come a Lecce, a Foggia come a Taranto e nella BAT.
Purtroppo in merito alla vicenda ‘stabilizzazioni’, i Direttori Generali delle ASL non stanno perseguendo una via comune.
Come ho più volte evidenziato, questo atteggiamento penalizza non solo gli operatori sanitari, ma anche i cittadini, che rappresentano l’anello più debole della catena, quello più bisognoso di aiuto. Andiamo per gradi e cerchiamo di comprendere cosa sta accadendo...
 
Comunicati Stampa / 19.03.2012


Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Mercoledì, 21 marzo alle ore 10,30 al Centro Congressi Rospigliosi di Roma, alla presenza di  Massimo Gargano presidente Unaprol, Ermete Realacci presidente Symbola, Rosario Trafiletti di Federconsumatori, Sergio Marini presidente Coldiretti e Maurizio Servili Ordinario dell'Università di Perugia, verrà discussa una proposta di legge per tutelare l’olio d’oliva, considerato ‘patrimonio sociale, ambientale ed economico, che garantisce salute, lavoro e reddito agli italiani.’
Nell’occasione sarà presentato anche il primo studio sull’invasione dell’olio straniero in Italia nel 2011.
Considero l’iniziativa molto importante, perché finalizzata a tutelare l’alimento principe della dieta mediterranea, l’alimento più conosciuto al mondo con il marchio Made in Italy...