Articoli

Comunicati Stampa / 18.03.2013

                                                                                            La Gazzetta del Mezzogiorno
                                                                                          
                                                                                            SI, E’ VERO, CI VORREBBE UN MORO
 
di Gero Grassi
 

Giovedi 7 marzo ottimo editoriale del Direttore Giuseppe De Tomaso dal titolo “Ci vorrebbe un Moro…”.
Riconosco nell’articolo visione perfetta della storia di ieri e della speranza di domani.
Ogni volta che parlo di Moro, affermo sempre le due principali caratteristiche del leader pugliese: esaltazione della centralità della persona, capacità e volontà di inclusione dei cittadini nella gestione dello Stato.
Tutto l’impegno politico e culturale di Moro si sviluppa intorno a queste due direttrici.
La prima permea la Costituzione e pone le basi di uno Stato che riconosce alla persona ogni diritto con la spiegazione di Moro ai lavori costituenti che i diritti non sono concessi dalla Costituzione, come pure molti autorevoli giuristi sostengono al Costituente, ma riconosciuti. La differenza, sostiene Moro, sta nel fatto che i diritti concessi possono essere revocati, quelli riconosciuti no perché nascono addirittura prima dello Stato e sono connessi alla persona...