Articoli

Comunicati Stampa / 20.01.2015

 
 


Nella crisi tutti i paesi euro in deficit hanno aggiustato i conti con l’estero. Il saldo dell’Italia è passato da -3,5% a +1,5% del PIL, quello della Spagna da -9,6% a +0,5%. Il surplus tedesco è, invece, rimasto invariato a livelli insostenibili (+7,1%), oltre le soglie europee; con perdita di benessere per tutti.

Per leggere il testo clicca qui