Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / 31.05.2011

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
La vittoria del Centrosinistra a Ruvo di Puglia con Vito Ottombrini, è il segno tangibile che ancor oggi Davide può sconfiggere Golia. La politica vera, quella fatta dalla gente comune, ha vinto. La politica partecipata è risultata più forte della politica bisbigliata nelle segrete stanze, che ha messo in atto mille stratagemmi, senza sortire risultato.
Il Centrosinistra con Vito Ottombrini si è mostrato alla cittadinanza trasparente, sincero, leale ed i ruvesi  hanno inteso premiarlo.
Il Centrodestra ha giocato tutte le sue carte, i suoi candidati migliori, per riuscire a vendere un prodotto, che non ha convinto.... 
Comunicati Stampa / 30.05.2011

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
  
Il precariato unitamente al progressivo impoverimento a cui sono andate incontro le pensioni, potrebbe dar vita una società di poveri nel prossimo decennio. E’ bene metterlo in conto.
Sono più di 16 milioni le pensioni erogate in Italia e di queste, la metà è inferiore ai 500 euro al mese. È il dato più eclatante del Rapporto annuale dell’Inps, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, presentato lo scorso 25 maggio.
Le pensioni ci sono, forse continueranno ad esserci, ma la qualità della vita che garantiscono è molto bassa....
 
Comunicati Stampa / 28.05.2011

Nota dell’on. Gero Grassi Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Fabrizio Santori, presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale, in occasione della ‘giornata internazionale dei bambini scomparsi’, ha annunciato una raccolta di firme per chiedere al Governo l’introduzione, in tempi brevissimi, di pene più dure e certe, verso chi commette violenza nei confronti dei minori i minori.
E’ una battaglia che condivido pienamente.
I bambini non sono capaci di difendersi. Troppo spesso non denunciano quanto subiscono, perché hanno paura delle possibili ripercussioni ed hanno il timore di non essere creduti...
Comunicati Stampa / 27.05.2011

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati

Mancano pochissimi giorni ai ballottaggi che designeranno i Sindaci in diversi comuni d’Italia, tra cui Milano e Napoli. Nel capoluogo lombardo si è verificata ancora un’accesa discussione tra gli attivisti Pisapia- Moratti.
E’ sbagliato esprimere la propria idea politica con toni esagitati. Da condannare poi, ogni ricorso alla ‘violenza’, ogni accenno a liti e risse.
La politica è confronto fatto di: arguzia, intelligenza, eloquenza, diplomazia.....

Comunicati Stampa / 25.05.2011

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati.
 
Il ricorso al voto di fiducia da parte del Governo è giunto a quota 43. In media vi si ricorre una volta al mese. E’ uno ‘strozzamento’ della democrazia, pur tollerabile, se servisse a velocizzare la risoluzione dei problemi del Paese. Così non è. Sempre più spesso il ricorso alla fiducia è una conta interna ed una dimostrazione di forza, affannosa, dovuta.
Anche questa volta la fiducia ha dimostrato che il Governo Berlusconi si regge sui numeri, ha la maggioranza, ma questo non significa che riesce a governare....
Comunicati Stampa / 25.05.2011

Fincantieri tra chiusura e licenziamenti ed Il Ministro Tremonti giudica discutibili i dati Istat su rischio povertà
Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati  
  
Quanto sta accadendo in queste ore, tra le fila degli operi della Fincantieri, è una fotografia che mostra gli effetti prodotti dalla pesantissima crisi economica, che stiamo vivendo. E’ la dimostrazione pratica che migliaia di famiglie sono a rischio povertà. Da Castellammare di Stabia a Sestri Ponente c’è amarezza, dolore, rabbia, tra i lavoratori di Fincantieri. Il piano industriale di risanamento dell’azienda, prevede oltre 2.500 esuberi e la chiusura dei siti campano e ligure.
Comunicati Stampa / 23.05.2011

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
I dati divulgati in questi giorni dall’Istat, fotografano un Paese che si mantiene in piedi ma cammina barcollando, privo di stabilità economica e sociale.
Si parla tanto di politiche per la famiglia. Apprendiamo, poi, che ‘ben 800.000 donne, con l'arrivo di un figlio, sono state costrette a lasciare il lavoro, perché licenziate o messe nelle condizioni di doversi dimettere’. Il fenomeno colpisce soprattutto le nuove generazioni e si presenta particolarmente critico nel Mezzogiorno. Riguarda l'8,7% delle madri lavoratrici. Ad alcune di loro, addirittura, al momento dell’assunzione è stato proposto di firmare delle 'dimissioni in bianco'.
Quali politiche per la famiglia? Quali incentivi per le nascite? Quale attenzione per la vita?
Questi dati lasciano intendere esattamene il contrario.
Un Paese che non è capace di tutelare la famiglia, che è il nucleo embrionale della società in evoluzione, è un Paese che non potrà mai crescere, progredire, svilupparsi.....
Comunicati Stampa / 23.05.2011

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sciali Camera dei Deputati
 
Si cela sotto il termine Federalismo, la spasmodica corsa della Lega Nord mirata a portare a casa ogni risultato possibile, nella consapevolezza che la corsa sta per finire.
Ma a tutto c’è un limite. Fra poco sentiremo che vogliono spostare a Nord anche la città del Vaticano.
La campagna elettorale per i ballottaggi si è trasformata nel coreografico gioco delle carte ‘mercante in fiera’.....
Comunicati Stampa / 20.05.2011

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Il Consiglio dei Ministri ha bocciato la legge regionale pugliese che riguarda le Residenze Sanitarie. A proporlo è stato proprio il Ministro Raffaele Fitto.
Sembrava quasi un miracolo, per la Puglia, poter contare su un Ministro della sua terra ed invece, sempre più spesso, questo si dimostra un ‘boomerang’.
Il provvedimento, in materia di sanità, bloccato, prevedeva la riconversione delle strutture ospedaliere, chiuse dopo il Piano di rientro, in Rsa, hospice e centri di riabilitazione. Cosa tra l’altro ampiamente discussa e apparentemente condivisa.
Oggi constatiamo che la volontà è un’altra. Non c’è la possibilità, seppur con qualche sacrificio, di riconvertire. Si è tagliato, senza ricucire!....