Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / 30.12.2011

 

...I pastori che vegliano nella notte

facendo la guardia al gregge

scrutando l'aurora

vi diano il senso della storia

l'ebbrezza delle attese

il gaudio dell'abbandono in Dio.

E vi ispirino un desiderio profondo di vivere poveri

che poi è l'unico modo per morire ricchi.

Sul nostro vecchio mondo che muore

nasca la speranza!!!

Don Tonino Bello
Comunicati Stampa / 17.12.2011

 Nota dell’on. Gero Grassi
Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
‘Le donne italiane sono poco sportive’. Ad affermare questa inaspettata verità, sono i dati Istat 2011. In fatto di sedentarietà, infatti, le donne battono di gran lunga gli uomini.
Quest'anno il 21,9% della popolazione, dai tre anni in su, ha praticato uno o più sport con continuità, il 10,2% si è dedicato saltuariamente ad uno sport, mentre il 27,7% ha svolto qualche attività fisica, come fare passeggiate, nuotare o andare in bicicletta.
I sedentari rappresentano il 39,8% del totale, con le donne più numerose degli uomini: 44,4% contro il 35%. Sono dati che fanno riflettere poiché lo sport fa bene alla salute ed  allontana l’insorgere diverse patologie. Va detto, tuttavia, che spesso le donne rinunciano a praticare uno sport per dedicare tutto il tempo libero a figli e famiglia...
Comunicati Stampa / 15.12.2011


di Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Ippocrate nel IV secolo A.C., per primo, basa la pratica medica sullo studio del corpo umano. Ritiene che ogni malattia ha una spiegazione razionale. Riconosce l'importanza dell'ambiente sulla comparsa e sull'evoluzione delle malattie. Studia i sintomi di alcune affezioni, come la polmonite, e sostiene che uno stile di vita sano ed una buona alimentazione, possono dare risultati straordinari. Dimostra, quindi, che lo studio della medicina coinvolge anche quello dell’ambiente ed immagina azioni di controllo su di esso. Comprende, infine, che è necessaria una sorta di progettazione e prevenzione, per evitare l’insorgere di patologie.
Questi gli elementi embrionali che hanno dato vita agli studi epidemiologici, con cui oggi determiniamo l’eziologia di una malattia, programmiamo piani di controllo e di monitoraggio che coinvolgono l’ambiente, valutiamo gli effetti economici legati alla malattia e da altro ancora. In Puglia abbiamo tre Agenzie per la salute, che hanno il compito di studiare le modalità migliori per rispondere al bisogno di salute dei cittadini. Le tre Agenzie che si occupano di prevenzione, controllo e programmazione sono: l’AReS (Agenzia regionale sanitaria) l’ARPA (Agenzia per la prevenzione e protezione dell’ambiente) l’ARTI (Agenzia per la tecnologia e l’innovazione)....
Comunicati Stampa / 13.12.2011



Nota dell’on Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Dal 15 al 18 dicembre torna Telethon e la sua maratona televisiva in favore della ricerca scientifica per le malattie genetiche.
Oltre 400 le malattie studiate, più di 2.000 i progetti sostenuti, più di 300 milioni di euro investiti nella ricerca… grazie a Telethon dal 1990, anno della sua fondazione, ad oggi.
Sono cifre enormi ma ancora troppo basse per rispondere al grande bisogno che c’è.
Telethon ogni anno, grazie alla solidarietà degli italiani, riesce a raggiungere obiettivi straordinari. Con i fondi raccolti dona speranza agli ammalati ed alimenta la prospettiva della ricerca scientifica...
Comunicati Stampa / 09.12.2011


Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati.
 
L’Italia è un paziente che sta venendo fuori da una brutta influenza. La febbre sta calando, ma resta ancora molto debole. La terapia d’urto era necessaria ed i cittadini lo hanno compreso.
Mi commuove ascoltare i commenti della gente, pronta a fare enormi sacrifici per salvare il Paese, recuperare dignità, credibilità.
Gli anziani, che rappresentano, senza dubbio, la frangia più debole della società, quella  più colpita dalla crisi, stanno mostrando grandissimo senso di responsabilità e non si lamentano. La memoria li riporta indietro nel tempo e non vorrebbero, mai, vedere l’Italia soccombere in una crisi, portatrice di miseria.
Stiamo affrontando nel modo giusto un’emergenza, ma dobbiamo lavorare tutti insieme ad un piano di rinascita...
Comunicati Stampa / 06.12.2011

Nota dell’on. Gero Grassi – vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
La manovra economica del Governo Monti è una terapia d’urto dettata dall’urgenza, a causa dello stato di salute dell’Italia.
Nel prossimo futuro l’obiettivo deve essere quello di passare dalla terapia chirurgica a quella medica.
Quando si è affetti da malattia, si vorrebbe vedere sparire i sintomi in pochissimo tempo. Sappiano che non è possibile. Servono pazienza, perseveranza e sacrifici.
L’Italia ce la farà. Si butterà alle spalle la crisi. Le ‘borse’ pian piano stanno salendo e lo ‘spread’ sta scendendo. Sono segnali, seppur lievi, che danno fiducia e speranza. La via intrapresa è quella giusta...
Comunicati Stampa / 06.12.2011


Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Siamo felici che in Puglia, grazie al lavoro del Consiglio Regionale, sia partita una legge che migliorerà il lavoro degli operatori di Polizia Municipale.
La legge va a colmare un vuoto ordinamentale che si protraeva da lungo tempo.
Nel mese di gennaio di quest’anno, in occasione della Festa di S. Sebastiano, ho compreso che l’aggiornamento delle leggi, in materia di Polizia Municipale, era non più prorogabile...
Comunicati Stampa / 30.11.2011

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Il Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri fa chiarezza sul problema dell’immigrazione in Italia. Ribadendo che ‘le leggi vanno rispettate, sempre, senza alcun tipo di flessione…’ dichiara anche che ‘…chi viene da Paesi lontani va considerato una risorsa sempre’.
Il Ministro sottolinea che gli immigrati sono preziosi per la crescita del nostro Paese, ricordando che molte aziende, soprattutto al Nord, esistono grazie al lavoro degli immigrati....