Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / 10.09.2012


Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
La Fiera del Levante di Bari è una vetrina straordinaria. Deve puntare a mettere insieme le merci, le culture, la storia e l’economia di tutti Paesi che si affacciano sul mediterraneo, di tutti quelli che sono a ‘Levante’.
Bisognerebbe pensare ad un protocollo d’intesa con i paesi balcanici, con i quali non è più prorogabile un reciproco rapporto di scambi culturali ed economici. La Fiera del Levante deve diventare la fiera di tutti i paesi che si affacciano sul mediterraneo...
Comunicati Stampa / 06.09.2012


Venerdì 7 settembre l’on. Gero Grassi parteciperà alla inaugurazione della 76^ Fiera del Levante.
La cerimonia si terrà al Teatro Petruzzelli di Bari alle ore 10.30, alla presenza del Presidente del Consiglio Mario Monti.
Al termine della cerimonia inaugurale seguirà una breve visita in Fiera.
Tra le novità di quest’anno: il costo del biglietto di soli 3 euro e scontato ulteriormente per chi raggiunge il quartiere lasciando l’auto ai Park & Ride o arrivando in bici.
Come sempre tanti i saloni specializzati: Arredamento, Edilizia Abitativa, Artigianato Internazionale (l’ex Galleria delle Nazioni), Agroalimentare, Auto, Moda made in Puglia e Beauty.
Per i giovani ci sarà un ‘quartiere’ tecnologico. Imprese creative presenteranno prodotti ipertech. Per i bambini ci sarà l’animazione della lettura a cura di alcune associazioni locali.
Poi ancora mostre, sfilate, musica, concerti e arte. 
Comunicati Stampa / 30.08.2012


Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
E’ da poco trascorso il periodo delle ferie. Non tutte le famiglie sono andate in vacanza. I costi e la mancanza di lavoro, hanno lasciato a casa migliaia di italiani.
L’autunno non si preannuncia facile. Le retribuzioni di luglio, secondo i dati diffusi dall’Istat, sono ferme, mentre i prezzi aumentano in maniera vertiginosa. Il potere di acquisto delle famiglie dal 2008 ad oggi, registra una caduta di oltre -11,8%.
Particolarmente colpite sono le famiglie a reddito fisso. I prezzi aumentano ma gli stipendi restano fermi.
L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori calcola che le ricadute per una famiglia media (di 2,5 componenti) monoreddito, nel caso di un reddito di 1.500 euro al mese, registrano una diminuzione del potere di acquisto pari a 324 euro l’anno. Nel caso di reddito di 2.000 euro al mese, la diminuzione del potere di acquisto è pari a 432 euro l’anno. Tale perdita, calcola l’istat, equivale a circa un mese di spesa alimentare di una famiglia.
La contrazione dei consumi non può che avere effetti negativi sull’occupazione...