Comunicati Stampa

Comunicati Stampa / 28.04.2014


Il privilegio di dire la verità: la paga del Deputato
aggiornato al 28 aprile 2014
di Gero Grassi – Deputato Pd
La paga del Deputato è di Euro 4.219,11
Nel 2006 la Camera dei Deputati ha applicato una riduzione del 10% rispetto all’indennità dei Parlamentari, riduzione non applicata, invece, per i Magistrati con funzioni di Presidente di Sezione della Corte di Cassazione, cui è collegato il calcolo della indennità dei Parlamentari.
Dal 2007 e sino a tutto il 2014 per i Parlamentari sono stati bloccati tutti gli aumenti relativi all’adeguamento della retribuzione previsti, invece, per il trattamento economico dei magistrati ed è stato ulteriormente ridotto lo stipendio.
Ogni Deputato, dipendente, da quando è eletto alla Camera dei Deputati, non percepisce più lo stipendio dall’Ente di appartenenza.
 
ENTRATE
Lo stipendio dei Parlamentari consiste in una retribuzione mensile, che decurtata delle addizionali regionali e comunali, è di euro 5.000,00.
Allo stipendio vanno aggiunte due voci, impropriamente considerate stipendio e che, invece, sono rimborsi da giustificare...
 
Comunicati Stampa / 28.04.2014


Il privilegio di dire la verità: la paga del Deputato
aggiornato al 28 aprile 2014
di Gero Grassi – Deputato Pd
 

La paga del Deputato è di Euro 4.619,11
Nel 2006 la Camera dei Deputati ha applicato una riduzione del 10% rispetto all’indennità dei Parlamentari, riduzione non applicata, invece, per i Magistrati con funzioni di Presidente di Sezione della Corte di Cassazione, cui è collegato il calcolo della indennità dei Parlamentari.
Dal 2007 e sino a tutto il 2014 per i Parlamentari sono stati bloccati tutti gli aumenti relativi all’adeguamento della retribuzione previsti, invece, per il trattamento economico dei magistrati ed è stato ulteriormente ridotto lo stipendio.
Ogni Deputato, dipendente, da quando è eletto alla Camera dei Deputati, non percepisce più lo stipendio dall’Ente di appartenenza.
 
ENTRATE
Lo stipendio dei Parlamentari consiste in una retribuzione mensile, che decurtata delle addizionali regionali e comunali, è di euro 5.000,00.
Allo stipendio vanno aggiunte due voci, impropriamente considerate stipendio e che, invece, sono rimborsi da giustificare...
 
Comunicati Stampa / 24.04.2014



Prosegue l'iniziativa del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per coinvolgere attivamente il mondo imprenditoriale nell'attuazione del Piano nazionale "Garanzia per i giovani", con l'obiettivo di ampliare le opportunità di lavoro, di inserimento nel mondo produttivo e di qualificazione professionale a favore dei giovani dai 15 ai 29 anni.
Dopo quello firmato il 28 marzo a Bari con Finmeccanica e Confindustria, è stato siglato oggi un Protocollo di intesa con la CIA, Confederazione Italiana Agricoltori, e l'AGIA, Associazione Giovani Imprenditori Agricoli, mirato ad attivare una collaborazione per promuovere l'occupazione giovanile favorendo l'attivazione di tirocini, contratti di apprendistato ed opportunità di autoimprenditorialità.
Il Protocollo è stato siglato in occasione di un incontro che presso la sede della CIA, in Via Mariano Fortuny, 16, all'Auditorium "Giuseppe Avolio", alla presenza del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, del Presidente nazionale CIA, Secondo Scanavino e del Presidente nazionale AGIA Luca Brunelli.
 

 

Comunicati Stampa / 23.04.2014


La ripresa globale prosegue ma emergono nuovi rischi - L'espansione dell'attività economica mondiale e del commercio prosegue, ma con segnali di debolezza in alcuni paesi emergenti; in Cina l'indebitamento del settore privato costituisce un fattore di rischio. L'impatto delle tensioni con la Russia a seguito della crisi ucraina è stato finora contenuto; l'eventuale inasprimento di tali tensioni potrebbe ripercuotersi sull'area dell'euro attraverso i prezzi e le forniture di energia e, in misura minore, mediante gli scambi commerciali con la Russia.
Nell'area dell'euro migliorano rapidamente i mercati finanziari... Sui mercati finanziari dell'area dell'euro si sono accentuati l'aumento dei prezzi delle obbligazioni e la riduzione dei premi per il rischio; vi hanno contribuito soprattutto il venir meno dei timori di disgregazione dell'Unione monetaria e i progressi nell'aggiustamento delle economie nazionali, ma anche gli ingenti afflussi di capitali in uscita dai paesi emergenti alla ricerca di investimenti più sicuri. In Italia i rendimenti dei BTP decennali hanno toccato in termini nominali il livello più basso dalla loro introduzione nel 1991. Lo scorso 14 febbraio l'agenzia Moody's ha rivisto da negativo a stabile l'outlook per l'Italia.
...ma l'inflazione è più bassa del previsto - In un quadro di crescita ancora moderata e diseguale, l'inflazione nell'area dell'euro si conferma sostanzialmente inferiore alle previsioni recentemente elaborate. In marzo è diminuita allo 0,5 per cento, riflettendo sia le componenti di fondo sia quelle più volatili; nelle proiezioni dell'Eurosistema lo scostamento dalla definizione di stabilità dei prezzi potrebbe protrarsi fino al 2016, rendendo più difficoltoso il riassorbimento degli squilibri e dell'indebitamento nei paesi dell'area. Il Consiglio direttivo della BCE è determinato a ricorrere anche a strumenti non convenzionali, come l'acquisto di titoli sul mercato, per contrastare i rischi di un periodo troppo prolungato di bassa inflazione.
In Italia vi sono segnali di una lenta estensione della ripresa - In Italia l'andamento della produzione industriale e le inchieste presso le imprese indicano che l'attività economica ha continuato a crescere moderatamente nei primi mesi dell'anno...