Our Latest Accomplishments

Nota dell’on. Gero Grassi - Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
Il Ministro dell’Economia Giulio Tremonti afferma che la manovra finanziaria che si appresta a varare il Governo non mette le mani nelle tasche degli italiani.
La domanda nasce spontanea: i cittadini in futuro pagheranno più o meno tasse?
Pare il gioco delle tre carte, dove il più furbo vince.
Noi non vogliamo che si giochi sulla pelle dei cittadini e non ci stancheremo mai di evidenziare i difetti di una manovra economica che è paragonabile ad una rete da pesca a maglie strette: cattura i “più piccoli”, tenendo fuori i più grandi.
Quella stessa rete che l’Unione Europea in questi giorni ha vietato.
 
 

Nota dell’on. Gero Grassi - Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
La Conferenza Stato-Regioni non ha avuto l’esito sperato. Ha registrato un atteggiamento di chiusura da parte del Ministro dell’Economia Tremonti.
Per descrivere le modalità con le quali vengono imposti i tagli alle Regioni, prendiamo in prestito il titolo di una celebre commedia di Pirandello: “Così è, se vi pare”.
Il Presidente della Conferenza Stato-Regioni, Vasco Errani, ha affermato che l’incontro ha avuto un esito molto negativo e che la manovra è squilibrata a sfavore degli enti locali e delle regioni, con grave danno dei cittadini.
Chi si ostina a non ridurre i tagli di una manovra economica sproporzionata, se ne assuma anche la responsabilità ed i costi. Tra questi va certamente inclusa la posizione assunta  dai Presidenti delle Regioni d’Italia, che coscienti di non poter più offrire servizi ai cittadini, preferiscono restituire le deleghe.
 

Torna “Il Garofano d’oro” Concorso canoro nazionale per giovani talenti Premiato Domenico Guastamacchia, pioniere delle radio a Terlizzi Dopo più diventi anni la piazza di Terlizzi ha accolto le voci di giovanissimi talenti (fino a 15 anni) provenienti da diversi paesi. “Il garofano d’oro” nato...

Nota del’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
 
La manovra economica varata dal Governo di Centrodestra colpisce uno dopo l’altro i settori nevralgici del Paese.
Dopo le proteste del mondo della scuola e della sanità, leva la sua voce la Polizia, corpo che da sempre garantisce la sicurezza dei cittadini.
I poliziotti quotidianamente mettono a repentaglio la propria vita a fronte di remunerazioni certamente non commisurate al rischio, al numero di ore lavorative, alla difficoltà di garantire un servizio, spesso supportato da strutture e mezzi obsoleti.
Ebbene, il SIULP di Roma, ovvero il sindacato della Polizia, ha messo in atto una protesta contro questa manovra economica assolutamente iniqua, ponendo in essere un’iniziativa utilissima: trattasi di un camper che gira per raccogliere le firme dei tanti cittadini preoccupati.