Our Latest Accomplishments

In Italia non si parla di lavoro, perché a nessuno venga in mente di chiederlo
Nota dell’on. Gero Grassi Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
  
 I giovani scenderanno in piazza domani, a Palermo, contro la precarietà,  per rivendicare il diritto al lavoro e tutelare la propria dignità.
Non a caso questa manifestazione parte dalla Regione più a sud dell’Italia, dove disoccupazione e precarietà hanno dimensioni colossali.
Chi ha la fortuna di essere nato a ridosso delle Alpi, vive la sua condizione di giovane lavoratore con garanzie ed opportunità differenti.
Piuttosto che omogeneizzare le opportunità sul territorio, l’attuale Governo, messo sotto scacco dalla Lega Nord, crea steccati, che rimarcano differenze economico-sociali, che ci portiamo dietro dal dopoguerra.
 

"Mezzogiorno di fuoco.

Le energie del Sud che fanno ripartire l’Italia"

                                                                PalaMartino – ex Gil

                                                               Via Napoli, 260 – Bari

                                                                 9- 10 Aprile 2011

 

                                                       Sabato 9 aprile
                                                    Ore 15.00 Seconda sessione “per l'Europa, per l’Italia, per il Sud

                              Introduce Danilo Leva, segretario reg. Molise

                                                      Intervento di Vito De Filippo, presidente regione Basilicata

                             Intervento di Giuseppe Fioroni

 



LA SANITA' ITALIANA

NELLE LEGGI FINANZIARIE

                                              dal 1992 al 2010

                                                          
                                                Bari, 11 Aprile 2011
Aula Consigliare Regione Puglia

Nota dell’on. Gero Grassi – Vicepresidente Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati
  
Alcuni colleghi Parlamentari, in queste ore, stanno commentando aspramente la decisione adottata dall’Ufficio di Presidenza della Camera, nei confronti del Ministro Ignazio La Russa, dichiarando che è blanda la ‘misura disciplinare adottata’ verso chi ha offeso le Istituzioni.
Resto esterrefatto dalle esternazioni che si stanno susseguendo su questa linea, perché mirano soltanto all’ottenimento di una ‘punizione’ esemplare e non chiedono invece che la politica italiana riveda i suoi comportamenti e abbassi i toni....